Il coltivatore ha due opzioni per propagare le piante di timo: semi o talee. Ci sono pro e contro per ogni metodo. Se non hai piante sane da dividere o da cui ottenere steli, crescere le piante dai semi costerà molto meno rispetto all’acquisto di migliaia di steli. D’altra parte, coltivare il timo dai semi si tradurrà in piante non uguali alla pianta madre. La coltivazione da seme è un metodo economico ma che richiede tempo, un certo grado di rischio e una gestione di alta qualità per garantire l’uniformità della pianta. Avviare le piante da talee costa di più, ma puoi avere piante uguali alla pianta madre e poterle piantare in meno tempo.

Spaziatura delle piante di timo e numero di piante per ettaro

Sia che abbiamo cresciuto le nostre piante da seme o talee, trapiantiamo durante l’autunno o la primavera, ma sicuramente 3 settimane dopo l’ultima gelata. In ogni ettaro (1 ettaro = 2,47 acri = 10.000 mq), abbiamo in media circa 50.000 – 75.000 piante. Normalmente piantiamo in file con una distanza di 50-75 cm. Le distanze tra le piante all’interno della fila vanno da 8 a 20-40 cm. La semina avviene tramite macchine o manualmente.

  1. Informazioni sulla pianta del timo
  2. Coltivare il timo a casa
  3. Coltivare il timo a scopo commerciale
  4. Condizioni per la coltivazione del timo
  5. Come coltivare il timo dal seme
  6. Propagazione e semina delle piante di timo
  7. Come coltivare il timo da talee
  8. Requisiti idrici del timo
  9. Requisiti del fertilizzante per le piante di timo
  10. Controllo delle erbe infestanti del timo
  11. Raccolta del timo
  12. Resa di olio essenziale del timo
  13. Domande e risposte Timo

Questo articolo è anche disponibile nelle seguenti lingue: English Español Français Deutsch Nederlands العربية Türkçe 简体中文 Русский Ελληνικά Português

I NOSTRI PARTNER

Collaboriamo con O.N.G., Università, e altre organizazzioni globali allo scopo di raggiungere una missone condivisa di sostenibilità e benessere sociale.