Luogo e posizionamento dell’alveare

Posizionamento degli alveari – Dove posizionare gli alveari

Il luogo in cui collocheremo le nostre arnie è fondamentale e giocherà un ruolo importante nella quantità e qualità del miele che verrà prodotto. Dobbiamo considerare la flora della zona prima di posizionare gli alveari, poiché le piante dell’area circostante forniscono il cibo necessario (polline-nettare) per le nostre api. In genere preferiamo zone con ombra durante l’estate, mentre zone soleggiate e ben drenate e protette dai forti venti durante l’inverno. Non dovremmo posizionare i nostri alveari direttamente sul terreno perché l’umidità del terreno influirà sull’alveare. Molti apicoltori scelgono terreni con una leggera pendenza, mentre altri posizionano i loro alveari su vecchie ruote di camion di grandi dimensioni. Non mettiamo mai i nostri alveari vicino agli alveari di altri apicoltori o vicino a fattorie che sono spesso irrorate con pesticidi. Per avere una produzione sufficiente, potremmo non avere un posto fisso per il nostro apiario. Gli alveari potrebbero dover essere spostati due volte l’anno nelle zone in fiore. Quando trasferisci e ristabilisci i tuoi alveari in un nuovo luogo, assicurati di scegliere un punto ad almeno 4,8 km di distanza dalla posizione iniziale. Altrimenti, se non si applicano misure di riorientamento, le api bottinatrici possono confondersi e tornare al posto iniziale (chiedere agli esperti locali). Infine, ricorda che le api hanno bisogno di avere un accesso costante ad acqua fresca e pulita per sopravvivere e prosperare. Pertanto, il luogo che scegli deve avere una fonte d’acqua naturale o artificiale a distanza ravvicinata.

La pianta (o l’insieme di piante) che prevale nel luogo in cui collocheremo le arnie determinerà infine la classificazione del nostro miele. Per questo distinguiamo e chiamiamo il miele in base alla pianta più abbondante nella zona (miele di arancia, miele di abete, miele di salvia, miele di pino, miele di quercia, ecc.). Se vogliamo raccogliere il miele d’arancio, non basta posizionare i nostri alveari vicino a un paio di aranci perché le api si nutriranno anche di centinaia di altre piante. Dobbiamo mettere le nostre arnie al centro di un aranceto di almeno 3-4 ettari durante il periodo della fioritura degli aranci. In tutti gli altri casi, le api raccoglieranno il nettare da piante diverse e questo miele sarà classificato come miele millefiori.

Alcune delle piante più comuni utilizzate dalle api sono: lavanda, timo, cotone, mandorlo, erba medica, arancio, castagno, acacia, corbezzolo, abete, quercia, tiglio, ecc.

  1. Apicoltura per principianti
  2. Struttura e organizzazione della società delle api da miele
  3. Come viene prodotto il miele dalle api?
  4. Fornitura di alveari e attrezzature
  5. Luogo e posizionamento dell’alveare
  6. Come nutrire le api?
  7. Sciame di api da miele
  8. Preparare gli alveari per l’inverno
  9. Raccolta del miele
  10. Malattie e parassiti comuni delle api
  11. Parassiti principali delle api
  12. Principali malattie delle api
  13. Avvelenamento delle api causato dai pesticidi
  14. Domande e risposte sulle api

Questo articolo è anche disponibile nelle seguenti lingue: English Español Français Deutsch Nederlands हिन्दी العربية Türkçe Русский Ελληνικά Português Tiếng Việt Indonesia

La redazione di Wikifarmer

Wikifarmer è una collaborazione a livello mondiale con la missione di responsabilizzare ed educare gli agricoltori di tutto il mondo. Crediamo che tutti gli agricoltori del mondo debbano avere l’opportunità di promuovere i propri prodotti, definirne i prezzi in maniera autonoma e competere in modo equo nel mercato locale o globale.