Informazioni sull’olivo

L’olivo è un albero perenne, sempreverde, che può vivere e produrre olive per più di un secolo. Le testimonianze riportano che gli olivi possono vivere e produrre nuovi germogli, in casi molto rari, fino anche a 1800 anni. L’albero raggiunge un’altezza di 5-20 metri. Come accade con la maggior parte degli alberi, l’altezza è influenzata dalla varietà, dalle condizioni pedoclimatiche e, infine, dai metodi di coltivazione utilizzati. Sugli alberi giovani il tronco è cilindrico e liscio, mentre nei più vecchi è irregolare perché col passare del tempo si formano grumi di varie dimensioni.

L’apparato radicale dell’olivo si sviluppa verticalmente fino al terzo-quarto anno di vita. In seguito, l’apparato radicale originario viene sostituito da un altro apparato radicale flocculante, prodotto principalmente da sferoplasti o gronghi, formatisi nel collo dell’olivo, appena al di sotto della superficie del suolo. La natura del suolo determina in gran parte il metodo di sviluppo del sistema radicale. In alcuni casi, è stato riferito che gli olivi hanno sviluppato radici, che avevano raggiunto i 12 metri di larghezza e 6 metri di profondità.

Gli olivi sono coltivati ​​a livello globale in un’area che copre più di 15 milioni di ettari. Il numero di olivi coltivati ​​raggiunge e forse supera il miliardo. Circa l’80% di questi alberi si trova nelle regioni mediterranee. Paesi come Spagna, Italia, Grecia, Tunisia e altri esportano l’olio d’oliva come da tradizione. Questo prodotto è solitamente la pietra angolare dello sviluppo economico agricolo e della sostenibilità di alcuni di quei paesi. Tuttavia, altri paesi come gli Stati Uniti, l’Austria, Giappone, Cina, ecc., hanno creato un enorme importanza economica e strategica degli olivi negli ultimi due decenni. Pertanto, hanno fornito finanziamenti agli olivicoltori in modo da renderli autonomi a commerciare i loro prodotti olivicoli.

L’olivo gioca un ruolo molto importante perché non solo sfrutta terreni non adatti ad altre colture, ma aiuta anche a proteggere il suolo dall’erosione. I principali prodotti ottenuti dall’olivo sono l’olio d’oliva e le olive da tavola. La sansa delle olive è importante anche per l’uso industriale. Oltre alla sansa, altri sottoprodotti che possono avere un’importanza economica sono le foglie, il legno, il torsolo, ecc. Infine, gli olivi sono spesso coltivati ​​in vaso dentro casa o all’aperto come ornamentali.

Il genere Olea comprende 30 specie diverse, coltivate nei cinque continenti. I più importanti di questi sono: Olea europea. L., sottospecie euromediterranea, Olea europea. L., sottospecie cuspidate Vall, Cif, Olea europea. L., sottospecie laperrini Batt e Trab, Olea chrysophylla Lamk, Olea hochstetteri, Olea somaliensis, Olea subtrinervata.

  1. Informazioni sull’olivo
  2. Crescere gli olivi
  3. Le aziende olivicole sono redditizie?
  4. Alternanza di produzione dell’olivo
  5. Propagazione e impollinazione dell’olivo
  6. Clima dell’olivo – Requisiti termici
  7. Requisiti del suolo dell’olivo
  8. Piantare gli olivi
  9. Requisiti del fertilizzante dell’olivo
  10. Requisiti idrici dell’olivo
  11. Potatura dell’olivo
  12. Raccolta delle olive
  13. Malattie e parassiti dell’olivo
  14. Domande e risposte sull’Olivo

Questo articolo è anche disponibile nelle seguenti lingue: English Español Français Nederlands العربية Türkçe Português

La redazione di Wikifarmer
La redazione di Wikifarmer

Wikifarmer è una collaborazione a livello mondiale con la missione di responsabilizzare ed educare gli agricoltori di tutto il mondo. Crediamo che tutti gli agricoltori del mondo debbano avere l’opportunità di promuovere i propri prodotti, definirne i prezzi in maniera autonoma e competere in modo equo nel mercato locale o globale.