Impollinazione dei mandorli

Come impollinare i mandorli

Le varietà di mandorle più popolari non sono autofertili; hanno bisogno dell’impollinazione incrociata per dare frutti. Per produrre una mandorla, l’albero ha bisogno teoricamente di un solo granulo di polline di un’altra varietà compatibile. L’ape è l’unico insetto che può facilitare l’impollinazione incrociata dei mandorli. In tutto il mondo, i coltivatori di mandorle dipendono molto da colonie di api forti e sane, garantendo la migliore impollinazione incrociata possibile. Il coltivatore di mandorle deve assicurarsi che ci sia una grande popolazione di api da miele (2-3 forti colonie per acro o 5-7 per ettaro) all’interno del mandorleto. In questo caso, una singola ape non solo visiterà fiori diversi dello stesso albero, ma trasferirà anche il polline ad altri alberi di una varietà diversa, che normalmente si trova a 6-9 metri di distanza. Di conseguenza, gli agricoltori spesso piantano una fila di alberi della varietà impollinatrice ogni tre file della varietà principale. Ma quando una varietà impollinatrice non può garantire un’impollinazione incrociata soddisfacente, a causa della fioritura asincrona, si consiglia di utilizzare due varietà impollinatrici. Utilizzando una varietà a fioritura precoce e una a fioritura tardiva, la fioritura di entrambe si sovrapporrà alla fioritura della varietà principale.

A seconda della varietà, il mandorlo fiorisce dalla fine dell’inverno all’inizio della primavera (a febbraio negli Stati Uniti). La durata della fioritura dipende molto dalle condizioni meteorologiche e può variare da 4 a 30 giorni o più (il periodo di fioritura medio è di 25 giorni). Il coltivatore di mandorle deve facilitare l’attività di impollinazione incrociata delle api eliminando efficacemente tutte le erbe infestanti in fiore durante il periodo di fioritura del mandorlo. Altrimenti, le api saranno distratte, visiteranno anche le erbacce in fiore e quindi l’impollinazione incrociata dei mandorli sarà notevolmente ridotta.

Le piogge frequenti e il freddo durante la fioritura generalmente deteriorano l’attività di impollinazione incrociata delle api, con conseguente diminuzione dell’allegagione e della produzione. In alcuni casi, se l’impollinazione naturale dei mandorli è inadeguata, i coltivatori di mandorle commerciali possono applicare metodi di impollinazione artificiale. Tuttavia, al giorno d’oggi, non è stato provato se i metodi di impollinazione artificiale aumentino significativamente la resa del mandorleto.

  1. Informazioni sul mandorlo
  2. Come far crescere un mandorlo dal seme
  3. Coltivare mandorli a scopo commerciale
  4. Requisiti climatici del mandorlo
  5. Requisiti e preparazione del suolo del mandorlo
  6. Propagazione del mandorlo
  7. Impollinazione dei mandorli
  8. Piantare i mandorli
  9. Potatura del mandorlo
  10. Fabbisogno idrico del mandorlo
  11. Fertilizzazione del mandorlo
  12. Raccolta e resa dei mandorli
  13. Parassiti e malattie del mandorlo
  14. Domande e risposte sul Mandorlo

Questo articolo è anche disponibile nelle seguenti lingue: English Español Français Nederlands العربية Türkçe Português

La redazione di Wikifarmer
La redazione di Wikifarmer

Wikifarmer è una collaborazione a livello mondiale con la missione di responsabilizzare ed educare gli agricoltori di tutto il mondo. Crediamo che tutti gli agricoltori del mondo debbano avere l’opportunità di promuovere i propri prodotti, definirne i prezzi in maniera autonoma e competere in modo equo nel mercato locale o globale.