L’agricoltura bio-ciclica vegana è un nuovo approccio all’agricoltura biologica. Questa tecnica di coltivazione esclude ogni attività di allevamento e macellazione commerciale e non utilizza input di origine animale. I cicli dei nutrienti sono chiusi attraverso sistemi di fertilizzazione prevalentemente a base vegetale (compreso l’humus biociclico).

Attraverso la promozione sistematica della biodiversità e dell’accumulo di humus, oltre al mancato utilizzo di pesticidi e fertilizzanti sintetici, gli agricoltori vegani biociclici aiutano a sostenere la salute del suolo, delle piante, degli animali selvatici, dell’uomo e dell’intero ecosistema circostante .

L’agricoltura bio-ciclica vegana non è un metodo di coltivazione particolare ma piuttosto un principio interamente compatibile con un’ampia varietà di approcci agricoli. Questo include le diverse forme di agricoltura rigenerativa, permacultura, agroecologia, agroforestazione, ecc., le quali condividono più o meno tutte la visione originale di “agricoltura biologica”, una visione ancorata anche all’approccio bio-ciclico vegano, a condizione che venga rispettata la norma fondamentale che vieta l’allevamento e gli input di origine animale.

In un momento in cui cresce la consapevolezza sui problemi legati all’allevamento animale in termini di aspetti ambientali e di sostenibilità come il cambiamento climatico, l’impoverimento del suolo, l’inquinamento delle acque, la perdita di biodiversità, gli impatti negativi sulla salute umana e la sicurezza alimentare globale, ecc., dibattito pubblico chiede sempre di più la riduzione del numero di capi di bestiame. Molti agricoltori stanno valutando l’idea di abbandonare la zootecnia per motivi di redditività economica.

Inoltre, vi è attualmente un cambio di paradigma nell’opinione pubblica, soprattutto tra le giovani generazioni, per quanto riguarda il rapporto tra uomo e animale.

Un numero sempre maggiore di persone considera lo sfruttamento e l’uccisione degli animali per consumo umano non più giustificabile dal punto di vista etico. Di conseguenza, stiamo vedendo lo sviluppo di un mercato per le aziende che soddisfano le aspettative di questo gruppo target in crescita attraverso un approccio di produzione coerentemente vegano.

In questo contesto, l’agricoltura bio-ciclica vegana offre tecniche di coltivazione consolidate a base vegetale e una prospettiva orientata al futuro.

Il Byociclic Vegan Standard e la Byociclic Vegan Certification

I principi dell’agricoltura bio-ciclica vegana sono stabiliti nel Biocycling Vegan Standard, uno standard biologico indipendente inserito tra gli standard IFOAM nel 2017 come unico standard globale autonomo per l’agricoltura biologica vegana. Associato al Byociclic Vegan Standard, esiste un sistema professionale di controllo e certificazione, nonché un Marchio di Qualità Bio-ciclico Vegano, che offre la completa trasparenza lungo tutta la catena del valore, garantendo con l’apposizione di un’etichetta prodotti coltivati non solo biologicamente ma anche secondo i principi vegani.

Questo articolo è anche disponibile nelle seguenti lingue: English Español Français Deutsch Nederlands हिन्दी العربية Türkçe 简体中文 Русский Ελληνικά Português Tiếng Việt Indonesia 한국어

I NOSTRI PARTNER

Collaboriamo con O.N.G., Università, e altre organizazzioni globali allo scopo di raggiungere una missone condivisa di sostenibilità e benessere sociale.