La menta o menta verde (Mentha spicata) è una pianta aromatica perenne classificata nella famiglia delle Lamiacee (la stessa del basilico, del rosmarino, della lavanda e altre). Le foglie delle piante hanno un aroma ricco e un alto contenuto di olio essenziale. Le industrie farmaceutiche e cosmetiche utilizzano ampiamente questo olio essenziale estratto attraverso la distillazione delle foglie. Numerosi studi scientifici verificano gli effetti antiossidanti, antinfiammatori e antimicrobici delle foglie e dell’olio essenziale prodotto. I molteplici usi e l’alto valore dell’olio essenziale di menta verde hanno reso questa pianta una coltura rispettata, riconosciuta e insostituibile a livello globale, con un fatturato annuo di milioni di dollari.

Tuttavia, oltre ad aggiungerla a collutori, cosmetici, medicinali, bibite, cocktail e altri prodotti, la menta verde ha innumerevoli usi nella nostra cucina. Può accompagnare anche piatti di carne o un’insalata fredda e servire come ingrediente di marinate e salse.

Potremmo dire che un vaso di menta verde è necessario per quasi tutti i balconi, in quanto è una pianta che richiede poco ma ti ripaga moltissimo. Con la minima cura, possiamo avere foglie di menta fresca quasi tutto l’anno. La pianta è relativamente facile da coltivare, a condizione che le offriamo un terreno ben drenato e la posizioniamo in un luogo con accesso parziale o totale alla luce solare diretta.

Coltivarla in vaso ha molti vantaggi, in quanto possiamo spostare la pianta se necessario e tenerla limitata per evitare problemi di diffusione incontrollata in zone del giardino che non vogliamo. Questo accade perché la menta verde può fungere da infestante se trova condizioni di crescita ideali e si diffonde con i rizomi in nuovi posti del giardino.

Acquisto e preparazione delle piante

Sebbene sia possibile coltivare la menta verde da semi o talee, il modo più semplice è acquistare una pianta dal vivaio più vicino. Come quello mostrato nella foto, una pianta di piccole e medie dimensioni è molto economica da acquistare, costa solo 2 euro. Prima di trapiantare la menta verde in un nuovo vaso, dobbiamo rimuovere con cura i germogli secchi, le foglie e tutti i fiori con un paio di forbici.

Come trapiantare la menta verde

Dopo aver rimosso il materiale vegetale sopra menzionato, scegliamo un vaso abbastanza grande per trapiantare la nostra menta verde. Di solito, preferiamo un vaso con un diametro di base di almeno 20 cm. Il vaso mostrato nell’immagine ha un diametro di base di 21 cm, un’altezza di 24 cm e una capacità di 9,5 litri. Questo è il vaso più piccolo che potremmo usare per la nostra menta verde. Successivamente, selezioniamo il terriccio standard che si trova sul mercato, poiché la pianta non ha requisiti speciali. Non è raro vederla crescere anche su terreni rocciosi. Tuttavia, l’aggiunta di compost e sabbia di fiume al terreno potrebbe giovare alle nostre piante. Oltre a mescolare il compost con il terreno, possiamo anche aggiungerne una piccola quantità sopra per evitare una rapida evaporazione dell’acqua durante l’estate. Infine, dopo aver trapiantato con cura le nostre piante, abbiamo bisogno di annaffiare.

Scegliere la posizione migliore per il nostro vaso.

Le piante di menta verde preferiscono avere accesso alla luce solare diretta, ma possono anche sopportare l’ombra parziale. Se posizioniamo le nostre piante in un luogo con abbondante luce solare, dovremmo annaffiarle spesso.

Requisiti idrici della menta verde – Irrigazione della menta verde

La menta verde richiede abbastanza acqua per produrre germogli verdi costantemente freschi per diversi mesi. Tuttavia, i coltivatori professionisti affermano che la pianta, se inumidita, perde il suo aroma e il contenuto di olio essenziale mentre aumenta il rischio di malattie fungine. In ogni caso è bene annaffiare regolarmente la pianta in vaso vicino all’apparato radicale ma sempre mantenendo le foglie asciutte.

Concimazione della menta verde

Sebbene la pianta possa crescere bene nella maggior parte dei tipi di terreno, possiamo aumentarne la crescita aggiungendo un fertilizzante granulare in primavera e in estate, annaffiando bene subito dopo l’applicazione. In alternativa possiamo aggiungere un fertilizzante liquido 7-7-7, una volta all’inizio della primavera e una volta in estate. Ciò aiuterà la rapida rigenerazione della pianta, soprattutto dopo aver rimosso un gran numero di germogli con una potatura rigorosa.

Potatura e raccolta della menta verde

Come nella maggior parte delle erbe aromatiche in vaso, anche la potatura coincide con la raccolta della menta verde. Durante le prime quattro settimane dopo il primo trapianto è meglio non potare/raccogliere. Tuttavia, da quel momento in poi la pianta necessita di potature frequenti per favorire la rigenerazione dei germogli e mantenere la pianta fresca e viva. Dalla primavera all’autunno, possiamo raccogliere settimanalmente germogli verdi con foglie, tagliandoli sopra il nodo precedente. Non rimuoviamo mai più del 25% della vegetazione (foglie). Se raccogliamo meticolosamente, probabilmente non vedremo mai fiorire la pianta, ed è quello che vogliamo. Una volta che i fiori compaiono, la pianta è geneticamente programmata per dedicare la sua energia alla produzione di semi. La propagazione è un processo competitivo rispetto alla crescita vegetativa, che è ciò di cui abbiamo bisogno in questo caso. Inoltre, tutte le prove suggeriscono che le fragranze e la concentrazione di olio essenziale sulle foglie aumentano poco prima della fioritura. I germogli verdi che tagliamo possono essere aggiunti freschi quando si cucina, conservati in frigorifero o essiccati per un uso futuro.

Nella maggior parte dei casi, la parte superiore della pianta si restringe e appassisce durante l’inverno, ma si rigenera nella primavera successiva.

E un ultimo consiglio:

Supponiamo di vedere improvvisamente che la tua pianta appassisce e muore dopo aver cambiato la posizione del vaso o dopo averla trapiantata in un vaso più grande. In tal caso, non vale la pena preoccuparsene o spendere tempo ed energie per rigenerarla perché probabilmente non ci riuscirai. Le piante aromatiche che crescono in vaso hanno una durata di vita specifica e molti fattori ne minacciano la robustezza e la vitalità. Quando la tua menta inizia la senescenza, è probabilmente il momento di acquistare nuove piante, che ti daranno germogli più teneri e profumati.

Questo articolo è anche disponibile nelle seguenti lingue: English Deutsch Nederlands العربية 简体中文 Ελληνικά

I NOSTRI PARTNER

Collaboriamo con O.N.G., Università, e altre organizazzioni globali allo scopo di raggiungere una missone condivisa di sostenibilità e benessere sociale.