Alloggiare le pecore

Costruire l’allevamento delle pecore – Come ospitare le pecore

Come accade in tutte le attività zootecniche, iniziamo costruendo l’allevamento delle pecore ben prima di accogliere i nostri animali. Abbiamo bisogno di un’area di riparo, un’area erbosa e, naturalmente, una recinzione molto buona.

Le pecore non sono scavatrici così abili come i maiali, che amano distruggere le recinzioni e scappare via velocemente, e non sono così abili nel fuggire come le capre, a cui piace arrampicarsi e saltare le recinzioni per esplorare l’ignoto. Molto probabilmente le tue pecore non cercheranno mai di scappare (a meno che non si sentano minacciate da qualche pericolo). In alcuni luoghi, dopo un adeguato addestramento, le pecore accompagnano le persone nelle loro passeggiate quotidiane all’interno di paesi e piccoli villaggi, essendo più radicate e obbedienti di molti cani. Tuttavia, le pecore vengono spesso attaccate dai predatori e molti di loro potrebbero essere più vicini di quanto pensi (ad esempio, il cane di un vicino). Volpi, lupi, coyote e altri sono comuni predatori di pecore.

Di conseguenza, abbiamo bisogno di una recinzione rinforzata che protegga il nostro bestiame. Deve essere alto almeno 1,5 metri. Ci sono pannelli standard per il bestiame e recinti elettrici, che offrono una migliore protezione, specialmente contro i predatori più intelligenti.

Quando si allevano le pecore, è anche essenziale adottare misure precauzionali contro la deforestazione e la completa distruzione della flora. Puoi acquistare o costruire recinti portatili per ruotare le pecore all’interno del campo ed evitare la deforestazione dal loro pascolo. In tal caso, è necessario promuovere il cosiddetto pascolo rotazionale. Nella strategia, dividi il tuo campo in 5 o 6 parti uguali e lasci pascolare le tue pecore per due settimane solo nella parte 1. Alla fine di due settimane, o prima, se osservi che l’80% della piantagione è diminuita a causa del pascolo delle pecore, puoi bloccare l’accesso alla parte 1 e lasciarle pascolare solo nella parte 2. Dopo due settimane, blocchi l’accesso alla parte 2 e le invii nella parte 3, ecc. In questo schema, in tutte le parti del campo, il pascolo avrà il tempo opportuno (almeno 8-10 settimane) per ricrescere e svilupparsi, senza la minaccia della deforestazione e della distruzione. Naturalmente, se 60 pecore vengono sovraffollate in un ettaro, anche con il pascolo a rotazione, non impedirebbe la deforestazione.

Per quanto riguarda il rifugio, non abbiamo bisogno di creare una costruzione sofisticata. È sufficiente una pensilina a tre lati realizzata con pallet di legno e un tetto stabile. Deve essere asciutto, ben ventilato e mantenuto pulito. Tieni presente che il rifugio deve essere spazioso in modo che le pecore non siano sovraffollate (circa 3,25 metri quadrati per pecora). Durante il gelo invernale o la neve, le pecore trascorrono la maggior parte del loro tempo all’interno del rifugio. Il fieno può essere usato come lettiera. La lettiera offre isolamento, un senso di sicurezza e può proteggere gli animali dalle lesioni. Inoltre, rende la rimozione quotidiana di rifiuti più facile, poiché puoi spazzare e smaltire la lettiera insieme ai rifiuti.

Infine, hai bisogno di uno spazio asciutto e ombreggiato dove possiamo riporre il fieno.

  1. Come allevare pecore?
  2. Alloggiare le pecore
  3. Selezione delle pecore da latte o da carne
  4. Come nutrire le pecore?
  5. Produzione del latte di pecora
  6. Nozioni di base sulla cura delle pecore
  7. Produzione del letame di pecora e gestione dei rifiuti
  8. L’allevamento ovino è redditizio?
  9. Domande e risposte sulle pecore

Questo articolo è anche disponibile nelle seguenti lingue: English Español Français Deutsch Nederlands हिन्दी العربية Türkçe Русский Ελληνικά Português Tiếng Việt Indonesia

La redazione di Wikifarmer

Wikifarmer è una collaborazione a livello mondiale con la missione di responsabilizzare ed educare gli agricoltori di tutto il mondo. Crediamo che tutti gli agricoltori del mondo debbano avere l’opportunità di promuovere i propri prodotti, definirne i prezzi in maniera autonoma e competere in modo equo nel mercato locale o globale.